Gas caldi risalenti dalla camera magmatica al di sotto dell'Isola d'Ischia

Le fumarole sono emissioni di gas della camera magmatica. La camera magmatica è da collocare a circa 2,5 Km al di sotto della ordina Isola d’Ischia. I gas caldi riescono ad arrivare in superficie attraverso crepe e spaccature nella crosta che sovrasta la camera magmatica. Sull’Isola d’Ischia vi sono diverse zone in cui i gas risalgono in superficie e raggiungono una temperatura anche al di sopra dei 100 gradi.
Nelle vicinanze delle fumarole si è insediata una pianta prettamente tropicale chiamata “Cyperus Polistachius”.
Qui di seguito sono riportate alcune zone in cui si possono vedere le fumarole ad Ischia.
Le fumarole di Fumaria si trovano a Forio al di sopra della zona del Cuotto. Lì c’è una strada che porta alla chiesa di Santa Maria al Monte. Nella deviazione verso Panza, se ci si mantiene sulla sinistra si arriva alle fumarole che si raggiungono passando attraverso vigneti abbandonati e percorrendo un sentiero in parte coperto da vegetazione. Questo campo di fumarole è il più attivo dell’Isola d’Ischia e dopo un’abbondante pioggia si possono vedere anche da lontano.
Le fumarole al di sotto di Santa Maria al Monte trovano a Forio al disopra della Zona Cuotto. Proseguendo per la strada indicata prima, poco prima della Chiesa di Santa Maria al Monte, bisogna seguire per un piccolo sentiero a sinistra e si arriva quindi alle fumarole.
Nella piccola frazione del Fango si trovano delle fumarole dal forte odore di zolfo. Dalla via Borbonica si sale per la stradina denominata via Crateca. Si segue questa strada fino alla fine e ca. 500m dopo la strada asfaltata si trovano le fumarole.
Al di sopra della frazione del Maio si trova un campo di fumarole sulfuree. Si raggiunge dalla via Borbonica, prendendo la deviazione di via Crateca, ci si mantiene sulla sinistra e dopo alcune abitazioni si raggiungono le fumarole.
Nell’imminenza della bocca del cratere del Rotaro vi sono anche delle fumarole. Al cratere del vulcano Rotaro ci si arriva con l’autobus n° 16 oppure dalla strada Via Nuova Cretaio o anche partendo a piedi dalla zona “Castiglione” salendo lungo il fianco del vulcano per la pineta. In prossimità di una grotta con portone metallico, poco prima del cratere, si possono vedere le fumarole. Da diverse buche fuoriesce del gas caldo ed a secondo della temperatura esterna si riescono a vedere i vapori anche da lontano.
Sempre sui fianchi del vulcano Rotaro nella zona di Perrone si trovano altre fumarole. Nei pressi dell’hotel Stella Maris si prende la strada che porta verso l’interno dopo aver attraversato il centro abitato, si arriva ad una parete rocciosa dalla quale fuoriescono i gas.
L’Hotel San Lorenzo fu costruito su un campo di fumarole. Ancora oggi nel giardino dell’albergo si trovano fumarole con emissione di vapore abbastanza potente. Questo vapore viene utilizzato per le fare alcuni trattamenti termali e riscaldare una parte dell’hotel.
Sulla spiaggia dei Maronti dalla parte di St’Angelo, direttamente in riva al mare si trovano delle fumarole a temperature elevate. Esse riescono a raggiungere i 100 °C. In parte esse fuoriescono dalla sabbia. Qui viene quindi utilizzata la sabbia calda per fare le sabbiature.