Ischia. Forme bizzare di erosione dette a Tafoni o nido d'api.

L’erosione a tafoni o nido d’api è un erosione che attacca la roccia e la attraverso diversi agenti atmosferici. Le erosioni a tafoni e le strutture a nido d’ape sono sparse quasi dovunque sull’Isola d’Ischia. Esse hanno dato origine a strutture e forme di particolare effetto. Per far si che questa erosione inizi la sua azione, vi è bisogno di 4 fattori: sole, acqua, sale e vento. Il sale proveniente dal mare viene portato in montagna attraverso il vento. Con la pioggia si forma una soluzione di acqua e sale che penetra, dal basso verso l’alto, nel corpo roccioso lungo capillari presenti nella roccia. Una volta nei capillari, con l’azione del sole, evapora l’acqua. Ciò fa si che si formano dei cristalli di sale nelle fessure delle rocce. I suddetti cristalli hanno bisogno di spazio per poter cresce, quindi squamano la roccia. L’azione erosiva avviene dal basso verso l’alto in quando la soluzione salina riesce a penetrare nella roccia quasi solo dal basso. Qui di seguito alcuni esempi particolari di questa forma di erosione ad Ischia.
Il Fungo di Lacco Ameno è un blocco di tufo verde dell’Epomeo che ha ottenuto la sua grazie alla erosione a tafoni.
Anche la Testa d’Aquila a Forio deve la sua origine all’erosione a tafoni.
Nel bosco della Falanga/Frassitelli a Forio si trovano bizzarre formazioni di roccia come la Testa di pesce, strutture a nido d’api, ecc.
La roccia più interessante è la pietra Perciata che tradotto dal dialetto isolano significa pietra perforata. Si tratta di un monolito di roccia tufacea che è completamente bucherellata dall’azione dell’erosione a tafoni e visibile nella zona Frassitielli/Falanga.
Anche sulla cima dell’Epomeo si trovano queste forme a tafoni o nido d’api. La forma più interessante è certamente il “Teschio” una roccia che ha assunto tramite l’erosione a tafoni la forma di un teschio umano.